Nuda Natura

Libreria si fa per dire

Anche oggi si compra il libro domani!


Libreria si fa per dire


Mi capitò un certo episodio.

Mi recai in una libreria per dare un’occhiata a dei libri sul nudismo e il naturismo.

A prima vista sembrava che andasse tutto bene.

Eppure c’era qualcosa che mi turbava.
Era come se l’impresa fosse diventata ardua e infatti fu così.
Dopo varie domande e informazioni, alla fine non c’è stato modo di ottenere quel libro che ogni cliente vorrebbe trovare in libreria, quando entra con l’intenzione di comprarlo.

Vorrei un libro

Nel mio caso il mio libro sembrava come se non avesse mai messo piede in una libreria.
Eppure chiesi di un oggetto comune, semplice, pieno di frasi e parole da leggere, comprendere e appassionarsi in ogni momento e luogo ovunque si voglia, sia da soli che in compagnia.
Sta di fatto che ciò sembrava essere un’utopia nella società dei libri.
Proprio come il naturista e il nudista in quella umana!
Nascondere la cultura per motivi oggettivi e soggettivi, non è da un librario.
Alcune risposte erano dei semplici o falsi no, ma l’ultimo di una libraria è stato un po’ freddo, osceno, fastidioso, come se avesse capito fin da subito dove volessi andare a parare con l’argomento, dato che, quando ne parlavo, chiedevo semplicemente dei libri sull’uomo e il rapporto con la natura.
Era difficile trovare perfino un libro sui minerali, altro argomento per me molto interessante.
Pietre preziose, che adoro e colleziono da anni.
Inoltre i minerali si collegano benissimo con la natura.
Però mi sembrava che fossero anch’essi un tabù.

L’angelo sceso dal cielo

Se la cultura non viene esposta dapprima nelle librerie, siamo messi davvero male, almeno in Italia.
Però per fortuna si può trovare la pecora bianca della situazione.
Infatti un ragazzo poco più grande di me che lavorava lì, si era avvicinato per avvisarmi che la signora era un po’ scema e anche matta.
Ma dopo questa breve precisazione e forse anche chiara motivazione alle mie domande semplici, siamo andati subito al sodo dicendomi quale libro mi interessasse ed io ho risposto chiaramente uno sul rapporto tra uomo e natura, che riguardasse il nudismo e il naturismo.
Lui non solo mi aveva avvisato della signora, probabilmente anche pesante nell’ambiente lavorativo.
Ma a mia sorpresa mi ha capito fin da subito e senza esitare mi ha detto che qui non ce ne sono per motivi che purtroppo invadono e influenzano la maggior parte della mente umana.
La solita malizia…
Almeno si era spiegato bene e in modo gentile, senza farmi perdere tempo.
Inoltre a primo impatto mi fece capire che anche lui era amante del naturismo e nudismo.
Comunque sia ho conosciuto una persona che è sicuramente e forse anche l’unica pecora bianca del posto.
Inoltre, a prescindere se egli fosse o no nudista, mi ha aiutato ad uscire da una caccia al tesoro al quanto difficile, nonostante fossi entrato nel luogo adatto.
Adesso so che quella libreria è di sicuro una delle tante a cui piace “vestire i libri”.
Se la cultura italiana, soprattutto quella naturista e nudista viene offuscata anche sui libri, allora libreria si fa per dire.

Newsletter

0 pensieri su “Libreria si fa per dire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci − otto =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: