Nuda Natura

Autunno

L’autunno è arrivato


autunno


Dopo un ciclo conclusivo di stagioni alternate, siamo giunti punto e a capo come ogni anno.

Tra le varie stagioni annuali, l’autunno è quella che mi piace di meno.

Essa come ogni stagione mi piace, ma comunque non è ai livelli delle altre.

Durante questa stagione ci sono momenti di pensieri, desolazioni, silenzio, ozio della natura stessa.

Laddove tutto prima sembrava vivo, ora è morto o sta per morire.

C’è fin troppa pace.

Il nulla viene a far visita al caos.

Fusioni tra due realtà, che prendono strade diverse.

Ma esse fanno finta di non vedersi o incrociarsi.

L’autunno è pieno di una fine o meglio l’inizio della fine.

Le foglie d’autunno sono il chiaro simbolo di un ciclo vitale, che nasce, cresce e muore fino alla fine.

Autunno ininterrotto dalle piogge torrenziali, che si appoggiano al suolo con delicatezza o violenza.

Tuoni, lampi, fulmini e saette accompagno questa orchestra impetuosa, acquosa e ricca di riflessioni fantastiche.

Meditare tutto nudo sotto la pioggia naturale con la brezza fresca accompagnata sulla pelle, diventa il simbolo chiave per una preparazione ad un prossimo futuro ricco di avventure.

Raffreddore, influenza o roba del genere?
Ci sono momenti e periodi dove in autunno è probabile che tali sintomi non avvengano e lo stare nudi prevale anche in luoghi come le spiagge nudiste.

La magia dell’autunno è ricca di fenomeni naturali, che si mettono d’accordo tutti insieme e cominciano a suonare una lunga poesia musicale.

L’autunno è qui, pieno delle sue qualità, espressioni, gioie e dolori.

Ascoltarlo, diventa il minimo indispensabile per sopravvivere meglio.

Newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − sedici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: